fbpx

Nel quadro delle misure di tutela dei propri lavoratori nei confronti del Coronavirus (COVID-19), il Gruppo Barbagli ha attivato, assumendone il relativo costo, una polizza di copertura assicurativa COVID-19 a favore di tutti i dipendenti che risultassero contagiati dal virus. Questa iniziativa rappresenta un segno concreto di attenzione verso i propri collaboratori, in adesione alla politica di responsabilità sociale e ai principi del Gruppo, certificato SA8000. La copertura fornisce un pacchetto di garanzie e servizi aggiuntivi quali una indennità da ricovero, una indennità da convalescenza in seguito a ricovero in terapia intensiva, l'assistenza post ricovero ed una serie di iniziative di welfare. Tra le diverse previsione: l'invio di un medico generico, il trasporto in autoambulanza e il trasporto dal pronto soccorso al domicilio, eventuale trasferimento e rientro dall'istituto di cura, il ricorso ad una colf, il ricorso ad una baby-sitter, l'accompagnamento del figlio minore a scuola, la consegna della spesa a domicilio ed anche l'assistenza di una pet-sitter per la gestione degli eventuali animali da compagnia in questo frangente. Chiaramente questa azione si integra con tutte le azioni di contrasto alla diffusione del virus già messe in campo dalle aziende del Gruppo fin dai primi giorni del manifestarsi dell'emergenza sanitaria, tra le quali: rimodulazione delle operatività per ridurre le occasioni di potenziale contatto, intensificazione delle misure igieniche, ricorso alla smart-working, in ottemperanza a quanto disposto dal DPCM del 14/03/2020.